Verona
3-6 novembre 2022

Verona, 3-6 novembre 2022

archivio news

4 Novembre 2021

Il viaggio che cambia

All’Area Forum un calendario ricco ed eterogeneo

Inizia oggi Il Viaggio che Cambia |Il cavallo, gli uomini e le biodiversità al centro dello sviluppo verde, solidale e inclusivo dell’Italia meno conosciuta”, uno spazio di dialogo, confronto e formazione all’interno del padiglione 4 a cura di Reverse.

Nei due week end di manifestazione, l’Area Forum AGSM AIM ospiterà un ricco programma di talk che andranno ad indagare i numerosi ed eterogenei aspetti del mondo del cavallo.

Primo giorno di appuntamenti, oggi giovedì 4 novembre,  con gli horse teller di Horse Friendly Arena che hanno approfondito la tematica dell’addestramento  “naturale” non coercitivo e l’associazione AFEI che ha esposto alle persone intervenute i principi di biomeccanica del cavallo.

Si prosegue domani con due incontri di formazione sui modelli di impresa green e sostenibile – dove interverranno Maurizio Rosellini di Final Furlong, Fausto Faggioli di Earth Academy e Roberto Leonardi di Horse Touring –  e un approfondimento sul turismo rurale con Horse Green Experience, Earth Academy, ITS Academy e Ippic Europa.

Approfondimento anche sui progetti inclusivi del mondo equestre, con le realtà virtuose di integrazione sociale del Carcere di Montorio, il progetto Radici e Ali e la mostra di arte equestre Art&Cavallo. Per domani e per il resto del week end, si rinnova il confronto con il progetto Horse Friendly Arena e AFEI.

Il primo fine settimana si arricchisce inoltre nelle giornate di sabato e domenica con i talk sul turismo equestre con l’associazione Natura a Cavallo, le preziose testimonianze di Paola Giacomini, Christian Moroni e Francesco Paolo Lanzino di WoodVivors, che raggiungerà Fieracavalli proprio nel mezzo del suo viaggio di 2.500 km a passo di mulo. Si continua con le tematiche sociali del progetto Riding the Blue, che indaga i benefici della terapia assistita con il cavallo nei bambini affetti da disturbi dello spettro autistico. Ed ancora, gli aspetti della comunicazione nel mondo equestre, i progetti europei del settore e la biodiversità da valorizzare al centro dello sviluppo green.

 

Un ricco programma da non perdere!