Skip to content

Il turismo lento come scelta

13 Novembre 2021

Torna l’appuntamento con l’Area Forum di Fieracavalli dedicata a turismo e promozione del territorio

“ Siamo come i centauri, persone che camminano con i piedi dei nostri cavalli”

 

I paesaggi suggestivi dell’Italia più vera, la genuinità dei piccoli borghi, l’opportunità di prendersi del tempo per ammirare il panorama. Il turismo equestre, lento ed ecologico, vi farà riscoprire le bellezze che ci circondano.

All’Area Forum AGSM AIM – Il viaggio che cambia, abbiamo approfondito l’argomento con Fise Veneto, Touring Club Italiano, Natura a Cavallo e Horse Touring.

Arianna Fabri di Touring Club Italiano – associazione no profit, che si occupa da oltre centoventi anni di turismo, cultura e ambiente – ci ha parlato dell’impegno di TCI nella certificazione dei borghi e dei cammini, simbolo di un turismo lento,  in quanto sostenibile, non inquinante, a contatto con la natura e con la cultura dei territori e consapevole dei territori e delle eccellenze italiane.

Intervenuta anche Clara Campese di Fise Veneto, che ha ricordato il progetto presentato settimana scorsa in fiera, Cavalli in Villa.

Mauro Ferrari di Natura a Cavallo, che da 30 anni valorizza gastronomia, cultura e ambiente tramite il cavallo, ha evidenziato le caratteristiche uniche dell’avere come compagno di viaggio un animale meraviglioso e fedele.

Cristian Bignami di Horse Touring, tour operator dedicato esclusivamente al turismo equestre, ci ha ricordato i numeri del settore, con 6,5 milioni di turisti che decidono le proprie vacanze in base alla passione per il cavallo e spostano circa 10 miliardi di euro.

Tutti concordi i relatori che le sinergie tra le istituzioni legate al turismo possano essere fondamentali per la ripartenza del paese. Il Viaggio che cambia, titolo dell’area talk di Fieracavalli, sta proprio a rappresentare il cambio di passo che già stiamo vivendo. Un cambiamento che tutti si augurano possa proseguire, continuando a costruire un futuro dove il turismo possa essere protagonista.

Il programma della giornata prosegue con un focus sul territorio e sulle strategie di comunicazione più efficaci per promuoverlo e valorizzarlo. Ed ancora, l’economia circolare applicata al contesto equestre.

La giornata si conclude con la presentazione del progetto Horse Green Experience che ha l’obiettivo di valorizzare il patrimonio naturale, sportivo e culturale delle aree e delle location direttamente coinvolte.

Ma non perdetevi gli ultimi appuntamenti di domani, domenica 14. Torneranno gli horse tellers di Horse Friendly Arena – Alessandro Laconca, Fausto Sturaro e Chiara Angelini – ed in mattinata un approfondimento sui fondi e i progetti a sostegno del turismo equestre.

 

Iscriviti alla newsletter