Skip to content

La Sicilia a Fieracavalli 2019

6 Novembre 2019

Si rinnova il legame tra la Sicilia e Fieracavalli per la valorizzazione del mondo equeste dell’isola

Anche per questa edizione, La Sicilia sarà presente in fiera. Uno spazio ampio e rinnovato: un’area “istituzionale”, una “espositiva” (dedicata al tradizionale carretto siciliano e alle selle militari, con bardature tipiche della tradizione siciliana), una “degustazione” (per la promozione di eccellenze enogastronomiche e itinerari turistici legati al territorio siciliano) e uno spazio museale “Il cavallo nella storia siciliana tra arte, cultura e tradizioni”, che ospiterà la testa fittile di cavallo del V secolo avanti Cristo proveniente dal museo archeologico di Gela.

«Anche quest’anno – evidenzia il presidente della Regione Nello Musumeci – saremo presenti alla 121ma edizione della Fiera di Verona. L’obiettivo è la valorizzazione del mondo equestre che nell’Isola attualmente può contare su centinaia di aziende attive nel settore. Un progetto che punta a rafforzare un elemento del turismo siciliano, oltre a tutelare e conservare la biodiversità animale». A rappresentare il patrimonio animale dell’Isola saranno quattro razze autoctone di equidi: i cavalli purosangue orientale e Sanfratellano e gli asini Panteschi e Ragusano.

La presenza della Regione Siciliana a Verona sarà arricchita, inoltre, da una serie di esibizioni, che si svolgeranno nel padiglione 10. Fieracavalli sarà anche l’occasione per presentare e promuove la seconda edizione della Fiera Mediterranea del cavallo, che si svolgerà presso la Tenuta di Ambelia a Militello Val di Catania dal 15 al 17 maggio 2020. Un grande evento di respiro internazionale, che quest’anno ha fatto registrare, in tre giorni, oltre trentamila presenze e le esibizioni di 327 cavalli appartenenti a 13 razze diverse, oltre ad asini e muli. Durante Fieracavalli, inoltre, verrà sottoscritto un Protocollo d’intesa – tra l’Istituto di incremento ippico per la Sicilia e l’Ente Fiera – per avviare una collaborazione tra Verona e Ambelia sulla promozione del comparto equestre e dell’intero indotto che ruota attorno, nonché per la valorizzazione dei territori e per la promozione del turismo.

Newsletter