Skip to content

Le dichiarazioni dei protagonisti in conferenza stampa

Ancora una volta la tappa di Coppa del Mondo di salto ostacoli ha entusiasmato il pubblico del Pala Volkswagen. La soddisfazione per una gara avvincente si è percepita chiaramente anche in conferenza stampa dalle parole dei cavalieri protagonisti del barrage:

Simon Delestre – “È stato davvero fantastico ripetersi qui a Verona con lo stesso cavallo a distanza di sei anni. Hermes Ryan è capace di galoppare spedito anche su percorsi con le linee così strette come quelle di oggi. È uno di quei cavalli che ti capitano una volta nella vita”.

Kendra Claricia Brinkop“Era la mia prima partecipazione nel mio primo anno in World Cup, sono particolarmente soddisfatta di questo secondo posto. Certo, sarei stata più contenta se Simon non avesse fatto meglio di me…”.

Denis Lynch“Il percorso era straordinario e bellissimo, come tutti quelli disegnati da Uliano Vezzani. Il terzo posto è un risultato che mi lascia decisamente contento”.

Lorenzo De Luca“Un mese fa non avrei mai pensato di ritrovarmi qui a disputare il barrage in un gran premio così importante e qualitativo con un cavallo che mi è stato affidato da poco tempo. E invece la gara di oggi mi fa ben sperare per il futuro, F One USA diventerà sicuramente un buon cavallo”.

In conferenza stampa sono intervenuti anche i vertici di Veronafiere e della Federazione Italiana Sport Equestri:

Maurizio Danese, Presidente Veronafiere Spa “Dopo due anni è stata una bellissima sensazione ritrovarsi alla 123^ edizione di Fieracavalli, la più importante manifestazione dedicata al mondo equestre che quest’anno, proprio a causa della pandemia, è stata programmata su due weekend. La rassegna rappresenta uno dei brand storici, più conosciuti e amati di Veronafiere. E l’edizione numero 123 di quest’anno assume un significato ancora più importante. Rappresenta per tutti noi una ripartenza, un ulteriore passo verso il ritorno alla normalità. Oggi abbiamo assistito a una grande finale della Jumping Verona che quest’anno taglia il traguardo delle 20 edizioni qui a Veronafiere. Desidero complimentarmi con tutti, dagli atleti al direttore del campo di gara, e quanti hanno reso possibile l’edizione di questa tappa della Longines FEI Jumping World Cup, l’unica in Italia, tra le più amate dal pubblico di Fieracavalli e, mi permetto di dire, anche dai cavalieri che vi prendono parte con grande piacere ogni anno”.

Giovanni Mantovani, Direttore Veronafiere“Jumping Verona ha chiuso in bellezza la prima settimana di Fieracavalli 2021. Dal 12 al 14 novembre ci sarà infatti ancora un weekend a disposizione per visitare Fieracavalli e assistere ad altre importanti appuntamenti, come quelli con della Monta Western e il Campionato Europeo del Cavallo Arabo, o il salone del cavallo iberico e frisone e ancora tante gare per i più giovani nell’affollata Arena FISE. Oggi, con questo e col prossimo weekend ci riaffacciamo fisicamente sul mercato con la consapevolezza dei cambiamenti intervenuti e con l’evidenza del ruolo centrale che le fiere hanno e ancora avranno in futuro. In questa fase, tutti sentono forte il bisogno di ritrovarsi e Fieracavalli ha avvertito questa responsabilità, con il compito di ricompattare la grande community di professionisti, sportivi e appassionati del mondo equestre e per ripartire ancora una volta tutti insieme. Siamo convinti che, dopo due anni di pandemia, riuscire a realizzare un evento di questa portata, sia la dimostrazione di quanto le fiere possono fare a servizio dei settori che rappresentano. E   Veronafiere racconta quello equestre dal 1898”.

Marco Di Paola, Presidente FISE – “È da ammirare e ringraziare l’incredibile sforzo organizzativo di Veronafiere che, dopo la pausa forzata del 2020 a causa della pandemia, senza nessuna esitazione ha voluto confermare e raddoppiare la tradizionale Fieracavalli, punto di riferimento di tutto il mondo equestre. In questo contesto il 5 stelle di Jumping Verona con la Longines Jumping FEI World Cup si inserisce come fiore all’occhiello di un evento fieristico che vanta oltre 120 anni di storia, di passione per il cavallo e di cuore delle relazioni internazionali per tutto il comparto ippico ed equestre. Quella di quest’anno è stata un’edizione memorabile, e ho potuto verificare di persona con quanta dedizione gli organizzatori hanno lavorato per dare vita alla manifestazione e per mettere a punto tutte le misure di sicurezza necessarie per ottemperare alle norme previste. I cavalieri iscritti al concorso, che rappresentano i vertici della classifica mondiale, confermano l’apprezzamento per questa manifestazione sportiva che coniuga qualità sportiva, accoglienza e spettacolo. Con una punta di orgoglio sono felice che l’Italia con l’internazionale di Piazza di Siena a Roma e la tappa di Coppa del Mondo a Verona dimostri di essere una nazione attiva e apprezzata nell’organizzazione di eventi di massimo livello mondiale. Ulteriore apprezzamento è dimostrato dall’assegnazione all’Italia dei Campionati del Mondo di Completo e di Attacchi ai Pratoni e di Endurance a Verona, sempre in collaborazione con Fieracavalli che continua il suo impegno nello sport equestre”.

 

Ph. JV – M. Proli

Iscriviti alla newsletter