Skip to content

Monaco-Verona: arrivederci al 2021

4 Maggio 2020

Rimandato, per motivi di sicurezza sanitaria, l’appuntamento con il raid equestre tra la città scaligera e Monaco di Baviera

Prima la salute”, questa il principio chiave dietro alla decisione, difficile ma dovuta, di posticipare al 2021 il raid Monaco – Verona. Vista l’emergenza sanitaria in corso, non ancora esauritasi, gli organizzatori – tra cui Gianni Della Bernardina – in accordo con Fieracavalli, hanno deciso di sospendere l’edizione 2020.

Un viaggio di circa 600 km – quindici le tappe previste – in cui i cavalieri, in sella ai loro biondi cavalli Hafflinger adatti alla montagna (concessi da AnacrHai) avrebbero attraversato la parte meridionale della Baviera, la valle dell’Inn in Austria, valicato il Fernpass e il passo Resia per entrare poi in Italia percorrendo tutta la valle dell’Adige per giungere finalmente a Verona.

Ma l’appuntamento è solo posticipato!

Fieracavalli ha già invitato il sindaco della città tedesca a partecipare alla prossima edizione della fiera, in attesa di festeggiare insieme con il raid equestre, l’anno successivo a Fieracavallli 2021, il sessantunesimo anniversario del gemellaggio tra la Verona e Monaco di Baviera. Il raid, anche nel 2021, sarà inoltre l’occasione per ricordare due importanti figure del mondo dell’equitazione italiana: Roberto Gobbi, uno dei “padri” di Fieracavalli e Mario Palumbo, giornalista ed ex direttore di Cavallo Magazine.

Un viaggio che si rinnoverà con l’obiettivo di avvicinare sempre di più le persone ad un turismo equestre lento ed ecologico, e rinsaldare in maniera simbolica, grazie anche ai nostri amici a quattro gambe, legami tra popoli dell’Unione Europea.

Newsletter